tunnel carpale

Tunnel carpale: cos’è?

Fai un lavoro sedentario che ti tiene molte ore nella stessa posizione? E’ un pò di tempo che hai un dolore al polso e una sensazione di formicolio e intorpidimento al braccio?

Non sottovalutare questi sintomi, ma prendili in seria considerazione perché rappresentano i primi campanelli d’allarme del tunnel carpale.

Il Tunnel Carpale è un disturbo comune, ma che in pochi conoscono. Questa è una sindrome da compressione nervosa che causa dolore, formicolio e senso di intorpidimento alla mano, alle dita, escluso il mignolo, e al polso, In poche parole è causata dalla compressione e dallo schiacciamento, all’altezza del polso, del nervo mediano, quello che va dall’avambraccio fino al polso.

E’ la sindrome più comune che interessa i nervi periferici e colpisce soprattutto le persone che compiono movimenti ripetitivi o che usano le mani per lavorare.

Tra i soggetti più a rischio troviamo le donne, soprattutto le over 40 a causa delle tempeste ormonali durante la gravidanza e nel periodo della menopausa. Fate attenzione soprattutto durante la gravidanza dove, il formicolio e il dolore non deve essere sottovalutato perché potrebbe interessare anche l’intero braccio.

Altri soggetti a rischio sono le persone colpite dal diabete, dall’artrite reumatoide o dai problemi legati alla tiroide. Inoltre, il tunnel carpale può presentarsi anche da fratture di vecchia data al polso o problemi ai tendini della mano non curati bene.

Tunnel carpale sintomi

Adesso che abbiamo scoperto cos’è il tunnel carpale andiamo a scoprire insieme i sintomi per capire se siamo tra le persone a rischio:

  • Intorpidimento e formicolio delle dita della mano, fatta eccezione del mignolo
  • Aumento del dolore nelle ore notturne e quando i movimenti sono più frequenti
  • Forte dolore dalla mano fino alla spalla, con una conseguente limitazione dei movimenti
  • Dolore delle dita della mano, in maniera più accentuata del pollice e nell’indice e nel medio. Inoltre, il dolore provoca una limitazione del movimento.
  • Movimenti limitati ed una presa non salda della mano interessata dal dolore

Il tunnel carpale, quindi, si manifesta con il presentarsi del dolore al polso, alle dita e alla mano, mentre il formicolio e l’intorpidimento si distribuiscono su tutto il nervo mediano.

I dolori legati a questa malattia, si presentano nella prima fase, soprattutto la notte e la mattina quando ci si sveglia.

La cosa a cui bisogna fare attenzione é che i sintomi possono essere confusi con quelli dell’artrite reumatoide, soprattutto a livello delle mani e dei polsi.

Gli effetti che provoca il tunnel carpale non sono legati soltanto all’intorpidimento e al formicolio, ma, in alcuni casi, può presentarsi una sensazione simile ad una scossa elettrica nel pollice, nell’anulare e nel dito medio. Nei casi gravi, quando la malattia si evolve, può condurre alla perdita della forza e addirittura all’atrofia.

Questi sono i sintomi più comuni per capire se si è stati colpiti dalla sindrome del tunnel carpale, ma è possibile scoprirlo anche attraverso la manovra di Phalen.
La manovra di Phalen viene eseguita dal medico chiedendo al paziente di tenere gli avambracci in posizione verticale e di tenere i polsi piegati forzatamente. Se il paziente ha il tunnel carpale, entro un minuti comparirà dolore e torpore agli arti.

Tunnel carpale rimedi

Il primo rimedio che consiglia la medicina è l’operazione chirurgica che avviene con anestesia locale. Non allarmarti, l’operazione avviene con una piccola incisione sulla mano e soprattutto la convalescenza è di breve durata. Ovviamente l’operazione chirurgica garantisce maggiori possibilità di guarigione.

Un altro rimedio al tunnel carpale è rappresentato dalla corretta posizione da attuare quando si utilizza per molto tempo il computer. Una giusta postura quindi, magari assistita da degli appositi cuscinetti che supportano il polso, potrebbe evitare il comparire di questa malattia.

Come si fa a continuare a lavorare nel caso in cui la sindrome del tunnel carpale è in un stadio avanzato? Il consiglio numero uno è quello di utilizzare il tutore per il tunnel carpale, in modo tale da tener ben protetto il polso.

Il secondo consiglio, invece, è quello di fare delle pause per permettere al polso interessato di riposarsi dallo sforzo lavorativo. Inoltre, durante le pause, se il polso è indolenzito, bisogna effettuare dei piccoli movimenti, come ad esempio la semplice rotazione.

Mi raccomando, non sottovalutare questi consigli perché anche i piccoli esercizi ti possono aiutare ad alleviare i dolori causati e limitare gli impedimenti che esso provoca, nella vita e nel lavoro.

Tutore tunnel carpale

Come detto nel paragrafo precedente, uno dei rimedi per alleviare il propagarsi del tunnel carpale, è quello di indossare un tutore per il tunnel carpale.

Il tutore è un forte alleato e aiuta ad alleviare il fastidio e ad evitare il peggiorare della malattia.

Il tutore per il tunnel carpale, inoltre, è consigliabile utilizzarlo soprattutto la notte, quando i dolori aumentano. Aiuterà a ridurre i disturbi e quindi non perdere ore di sonno.

Conclusioni

In questa breve guida abbiamo scoperto cos’è il tunnel carpale, quali sono le cause e quali i rimedi. Se credi di avere i sintomi sono citati, il consiglio numero uno è quello di consultare il tuo medico di fiducia per accertarsi che si tratti proprio della sindrome del tunnel carpale.

Ti ringrazio per avere letto questa guida informativa e spero che ti sia stata utile! In tal caso ti invito a condividere questo articolo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per offrirti il miglior servizio possibile Vemrent utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies