Sedia a rotelle: come scegliere il giusto modello

noleggio-sedia-a-rotelle-roma

A volte, può capitare che a causa di un infortunio o di una necessità nei confronti di un familiare siamo costretti a noleggiare o comprare una sedia a rotelle. Chi ha esperienze in merito, sa benissimo purtroppo che queste sono necessità che quando capitano all’improvviso non si sa mai come comportarsi.
In questa breve guida voglio illustrarti come scegliere una sedia rotelle in modo corretto, tenendo conto di alcuni fattori che potrebbero fare la differenza sulla qualità della vita del paziente che la utilizzerà. Alla fine di questo articolo ti spiegherò anche come richiedere una sedia a rotelle alla tua ASL di zona, così che tu possa risparmiare soldi e tempo!

VAI ALLA NOSTRA OFFERTA DI NOLEGGIO CARROZZINE

Considerare le circostanze

Il mercato offre davvero tanti modelli di sedie a rotelle, e anche se poi le loro caratteristiche ne accomunano molte non è facile districarsi tra le varie offerte. Per scegliere una sedia a rotelle in modo corretto, è necessario innanzitutto considerare le proprie circostanze. Nel caso in cui la carrozzina servirà per un periodo di tempo limitato (ad esempio a causa di un infortunio che impedisce la normale deambulazione), a fronte di costi relativamente contenuti sarà possibile noleggiarla presso un negozio di articoli sanitari e ortopedici, mentre se servirà per un periodo particolarmente lungo sarà meglio acquistarla o richiederne una alla ASL di zona.

Individuare la tipologia più adatta

Si può scegliere tra due principali modelli di sedie a rotelle: il modello dotato di ruote per l’autospinta e il modello da transito. Come dice il nome, una sedia a rotelle con autospinta è l’ideale per quei pazienti che riuscirebbero a spostarsi in autonomia spingendosi tramite i corrimano installati sulle ruote posteriori della carrozzina. Questa caratteristica restituisce al paziente la libertà di movimento, rendendolo indipendente dal personale sanitario, o persone come familiari e amici che, comunque, potranno sempre aiutarlo negli spostamenti operando tramite le apposite maniglie posteriori.
Invece, con una carrozzina da transito, il paziente potrà spostarsi solamente con l’aiuto di una seconda persona, in quanto le ruote sono più piccole e sprovviste di corrimano. Questa caratteristica rende la sedia a rotelle da transito più stretta di 8-10 cm rispetto al modello con autospinta, quindi risulta essere un’ottima scelta per chi cerca un ausilio maneggevole per ambienti poco spaziosi. La carrozzina da transito è quindi adatta a pazienti molto anziani o con particolari difficoltà motorie, che necessitano di una seconda persona per muoversi.

Misure delle sedie a rotelle

Se avrai bisogno di procurarti una sedia a rotelle, una caratteristica importante da considerare è la scelta della misura della seduta. Infatti, le sedute delle carrozzine non sono tutte uguali e si differenziano per la loro larghezza. Una seduta troppo piccola renderebbe molto scomodo o addirittura inutilizzabile l’ausilio, al contrario una seduta eccessivamente grande si rivelerebbe poco confortevole. Allora, come scegliere la misura della sedia a rotelle?
Le sedute dei modelli da adulto hanno una larghezza che può andare dai 38 cm ai 50 cm e oltre dei modelli per pazienti obesi. Per individuare la giusta seduta, si deve misurare la larghezza dei fianchi del paziente da seduto, o in alternativa sarà sufficiente comunicare al negoziante la sua altezza e il suo peso. La maggiorparte delle sedie a rotelle (inclusi modelli destinati al noleggio), per operare in sicurezza possono portare pazienti con un peso massimo comoreso tra i 110 kg e i 120 kg. Per i pazienti più pesanti si potrà fare affidamento ai modelli bariatrici, che offrno portate massime di 200 kg e sedute con larghezza di 60 cm.

Conoscere le funzionalità e gli accessori

Inoltre, può esserti utile sapere che una sedia a rotelle può essere arricchita con diversi accessori che in alcuni casi possono rivelarsi indispensabili in quanto necessari a svolgere varie azioni quotidiane.
Ad esempio, se si è costretti ad una sedia a rotelle a causa di una gamba ingessata, o se si indossa un tutore, dovremo munirci necessariamente di una una pedana alzagambeche ci permetterà di utilizzare la carrozzina mantenendo la gamba distesa.
Oppure, se il paziente ha maggiori difficoltà di movimento, potremmo richiedere una sedia a rotelle equipaggiata con braccioli elevabili, in modo da poter spostare il paziente facendolo scivolare lateralmente, senza farlo alzare completamente.
Si potrebbe avere inoltre la necessità di dover caricare la sedia a rotelle nella propria auto, o fare in modo che quasta non occupi troppo spazio in casa quando non la si usa. In quasto caso ricordiamoci di chiedere un modello pieghevole e soprattutto dotata di un telaio leggero, così da facilitare le operazioni durante gli spostamenti. Se non sai come chiudere una sedia rotelle, chiedi al negoziante di mostrarti come fare.
Se la carrozzina dovrà essere utilizzata per molto tempo, si dovrà valutare l’utilizzo di cuscini e protezioni antidecubito, che, come dice il nome, prevengono quelle dolorose piaghe cutanee che insorgono col rimanere seduti o sdraiati per molto tempo.

Valutare il noleggio di una sedia a rotelle

Se la necessità è disporre di una carrozzina per poco tempo, si può valutare di noleggiarla. Il noleggio può infatti offrire numerosi vantaggi:

  • il noleggio di una carrozzina costa molto meno che comprarla
  • noleggiandola, si ha la sicurezza che l’ausilio noleggiato è di qualità
  • una volta terminata la necessità, la carrozzina si restituisce e non ingombrerà più

Inoltre, un negoziante serio non vi chiederà supplementi per accessori supplementari e ve la consegnerà al vostro domicilio.

VUOI NOLEGGIARE UNA CARROZZINA? CLICCA QUI

Valutare l’acquisto di una sedia a rotelle

Acquistare una carrozzina è una scelta saggia se questa si dovrà utilizzare per molto tempo. Se vorrai acquistare la sedia a rotelle privatamente, lo potrai fare rivolgendoti ad un negozio di articoli sanitari e ortopedici, o valutando un acquisto online, dove sono molte le offerte di sedie a rotelle. Ti consiglio inoltre di affidarti sempre a un rivenditore competente, è importante sia per aiuterti a scegliere il giusto modello, sia in caso di futura assistenza. Inoltre, se puoi beneficiare della legge 104/92, ti ricordo che gli ausili ortopedici e sanitari sono tutti acquistabili con l’IVA ridotta al 4%, quindi perchè non approfittarne e chiedere informazioni al negoziante? Acquistare la carrozzina beneficiando dell’IVA ridotta al 4% è molto semplice. E’ sufficiente avere al momento dell’acquisto copia del verbale rilasciato della propria ASL dove si fa riferimento alla legge 104/92 e un documento del beneficiario. Il resto lo farà per te il negoziante!

ASL: come ottenere una sedia a rotelle

Ora ti spiegherò velocemente e in modo chiaro come ottenere gratuitamente una carrozzina tramite la propria ASL di appartenenza, beneficiando quindi del Servizio Sanitario Nazionale. Questo solitamente è possibile farlo solo se il paziente è portatore di handicap o in presenza di patologie importanti. L’ente certificatore, che stabilisce il grado di disabilità del paziente è l’INPS.
Per ottenere una carrozzina per disabili in convenzione con la ASL, è necessario innanzitutto rivolgersi al proprio medico di famiglia o al medico specialista da cui si è in cura (come ad esempio l’ortopedico o il proprio neurologo). Il medico si occuperà di trascrivere sulla classica ricetta rossa il modello di carrozzina necessario al paziente, utilizzando il codice riportato nel nomenclatore tariffario nazionale. Infatti, tutti gli ausili in convezione con la ASL solo identificati con dei codici, chiamati codici ISO, che possono riferirsi sia agli ausili, sia ai rispettivi accessori.
Una volta in possesso della ricetta, possiamo rivolgerci quindi ad un negozio di articoli ortopedici convenzionato con la ASL. Infatti, è proprio grazie a questa convenzione che il negoziante potrà fornirvi l’ausilio senza alcun costo da parte vostra e in modo totalmente gratuito.
Il negoziante trascriverà i dati presenti nella vostra ricetta su un preventivo che, una volta presentato alla ASL accerterà i reali bisogni del paziente e convaliderà il preventivo, dando l’ok al negoziante per fornirvi finalmente la sedia a rotelle.
Purtroppo, non tutte le ASL sono uguali e i tempi per chiudere la pratica amministrativa possono variare da città in città. Se la richiesta viene presentata ad ASL che si ritrovano a gestire molte richieste (vedi ad esempio Roma), possono volerci anche dai 15 ai 30 giorni di tempo, durante i quali se si ha necessità di una carrozzina sarà comunque possibile noleggiarla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *